Fusion360 | Boccola filettata

Come usare il comando filettatura (thread) in Fusion360 e la scelta tra filettatura cosmetica e filettatura reale

Oggi ti faccio vedere come modellare una boccola filettata. In particolare per la filettatura useremo il comando thread per fare una filetatura cosmetica ossia un filettatura virtuale senza modellare i solchi veri e propri della filettatura. In questo modo Fusion360 risparmia capacità computazionale e risulta più veloce.

Nella maggioranza dei CAD 3D e quindi anche in Fusion360, non si modella mai la filettatura tal quale ossia modellando i solchi, ma si segnala la presenza della filetatura con una cosidetta filettatura cosmetica. In sostanza, si “appiccica” al gambo o foro filettato un immagine di una filettatura. Durante la messa in tavola, la filettatura verrà correttamente rappresentata secondo la normativa ISO, con linea spessa di tipo A sulla cima del filetto e linea sottile di tipo B sul fondo del filetto.

Esempio di filettatura cosmetica
Filettatura cosmetica

Essendo pensato anche per gli hobbisti della stampa 3D, Fusion360 ha anche l’opzione di modellazione automatica della filettatura reale, ossia con le montagnette e le valli così come è nella realtà, al fine di facilitare la stampa.

Esempio di filettatura reale
Filettatura reale

La scelta di non modellare la filettatura è presto detta: il software tende a risparmiare cicli computazionali semplificando il modello. Questo a maggior ragione nel caso di Fusion360 che è un software ibrido che gira meta sul pc tramite il suo client e metà sul cloud.

Se questi argomenti ti interessano ti invito ad iscriverti al mio canale YouTube cosi rimmarai sempre aggiornato sui nuovi tutorial. Clicca su questo link [Iscriviti al mio canale YouTube]!

Fusion 360 | Come inserire un immagine nello sketch

Come inserire un’immagine di riferimento da poter usare come traccia per Fusion 360. Impara la funzione Calibrate con cui puoi ridimensionare l’immagine ed essere certo che le misure della foto corrispondano alle dimensioni reali dell’oggetto.

Ho scelto a puro titolo di esempio la foto iconica della mitica Gibson Les Paul per mostrarti come importare un immagine dentro Fusion 360 da poter usare come traccia per ricalcare il body della chitarra e riprodurla fedelmente.

Altri software permettono di fare la stessa cosa, ma Fusion 360 permette anche di calibrare l’immagine in modo che le dimensioni di quanto importato siano perfettamente identiche all’originale.

In sostanza, bisogna inserire un’immagine mediante il comando Attached Canvas all’interno dello sketch 2D su un piano o una faccia a seconda delle nostre necessità.

Il comando Calibrate ti permetterà di controllare le dimensioni dell’immagine. Basterà selezionare due punti della figura di cui sia nota la distanza e il gioco è fatto: l’intera immagine si ridimensionerà in proporzione.

Se questi argomenti ti interessano ti invito ad iscriverti al mio canale YouTube cosi rimmarai sempre aggiornato sui nuovi tutorial. Clicca su questo link [Iscriviti al mio canale YouTube]!

Fusion360 | Un esercizio di rinforzo

Continua la serie di esercizi basici ma importanti per imparare l’uso di Fusion360.

Si tratta di un disegno semplice da realizzare con molto da imparare per i principianti In questo video modelliamo un semplice supporto. Un esercizio basico per chi è alle prime armi e un esercizio di rinforzo per chi ha gia iniziato con la nostra serie su Fusion360

Come al solito mediante l’uso dei comandi schizzo 2D realizzaremo lo schetch scegliendo i giusti piani di schizzo. Dimensioneremmo con i comandi Quota e apporremo dei vincoli fra le entità geometriche di schizzo ed infine appicheremo i comandi estrudi (cut and join).

Questo video fa parte della serie su Fusion360 che puoi visionate qui.

Iscriviti al canale YouTube e lascia un like per rimanere aggiornato.

Fusion360 | Portautensili realizziamo un assieme con joint contraints e motion link

In questo tutorial realizzeremo un assieme in Fusion 360 composto da due componenti filettati. Vedremo la differenza tra filettatura cosmetica e la filettatura modeled. Vedremo come realizzare un assieme con joint contraits e motion link

Nel mondo CAD si possono adottare due strategie ben precise per disegnare un complessivo fatto di più pezzi. La strategia bottom-up è la strategia top-down. In parole povere, nella bottom-up si modellano i vari componenti separatamente in file diversi e poi si importano nell’ambiente Assieme e si vincolano tra di loro. Nella top-down si comincia a pensare fin da subito al complessivo e poi in un unico ambiente si modellano ad uno ad uno i componenti.

Fusion 360 predilige la strategia top-down pur consentendo anche la strategia bottom-up tramite link a file esterni. In questo tutorial modelliamo un porta utensile composto da due componenti. Oltre alla modellazione impareremo a lavorare con il comando joint ed imporre vincoli limite e motion link.

Vedremo anche come assegnare velocemente dei colori realistici ai due componenti l’assieme.

Questo tutorial fa parte della serie su Fusion 360 che puoi trovare qui.

Se ti piacciono i miei argomenti ti invito ad iscriverti al canale Youtube e cliccare la campanellina! Rimaniamo in contatto!

Fusion360 | Un esercizio semplice

Proseguno gli esercizi con Fusion360: Oggi modelliamo una semplice staffa: Se vuoi prendere confidenza con i comandi base del software partendo dalla schizzo 2D per poi applicare semplici estrusioni adittive (join) oppure sottrattive (cut) questo è l’esercizio che va bene per cominciare.

Dopo questo esercizio direte che mi sono fissato con le staffe ma questo pezzo di fantasia non puo altro che essere definito come staffa.

Come al solito imparerai a realizzare gli schizzi 2D, imporre i vincoli e quotare. Poi via via con estruzioni successive aggiungeremo e/o toglieremo materiale.

Ti ricordo che Autodesk Fusion360 è un ottimo strumento Cad 3D che pioi usare gratuitamente per imparare a modellare in 3D. Se stai pensando di acquistare una stampante 3D per sperimentare, stampare piccoli oggetti per la casa, ufficio, da far vedre agli amici, è il software facile che ti consiglio.

Provvenendo da altri software di tipo profesionale ti posso dire che ogni giorno sono piacevolmente impressionato dalla sua semplicità e dalla incredibile quantità di features che Autodesk ha inserito. Quasi ogni giorno arrivano aggiornamenti automatici visto che il software è un ibrido ossia, gira un po sul tuo computer e un po sui server cloud di Autodesk.

Unico difetto che ho riscontrato è una certa latenza che se pur minima si sente nonostante abbia una connessione in fibra. Ma visti i vantaggi si può accettare i minimo disagio.

I tecnici di Autodesk aggiornano sui loro server Fusion360 e tu non dovrai fare niente. Non devi preoccuparti di aggiornare e poi magari la funzione X o Y non funziona. E’ tutto trasparente all’utente.

Poi ci sono i moduli CAM, LA possibilità di lavorare con i file .stl, larchitettura a plugin che consente l’innesto di varie funzioni. Davvero fantastico!

PS: Dai un’occhiata anche alla playlist su Fusion360 del mio canale.