Visita alla centrale idroelettrica di Edolo

Se la visita alla centrale idroelettrica di Muccone ad Acri mi ha impressionato, questa volta abbiamo raggiunto il non plus ultra in questo settore. Con una classe e con alcuni colleghi del “F. Moretti” di Lumezzane abbiamo visitato una fra le cinque più grandi centrali idroelettriche d’Europa: l’impianto idrolettrico di generazione e pompaggio di Edolo (BS). Un gigante da 1 GigaW di potenza elettrica ossia 1.000 MegaW o per i comuni mortali 1.000.000 di kW.

Centrale Idroelettrica di Edolo
Centrale Idroelettrica di Edolo
Centrale Idroelettrica di Edolo 01
Centrale Idroelettrica di Edolo – Galleria

Durante la visita siamo stati accompagnati dalle guide della cooperativa sociale inExodus di Sellero, le quali sono state molto gentili con noi e molte delle informazioni di seguito riportate sono la rielaborazione degli appunti presi durante la visita. Pertanto, potrebbe esserci scappato qualche numero non del tutto corretto. Chiedo venia in anticipo!

La centrale idroelettrica di Edolo è entrata in funzione nel 1981 dopo che i lavori sono iniziati nel 1973. Il costo complessivo dell’opera è risultata di circa 1.000 miliardi di lire che sono stati ammortizzati proprio l’anno trascorso (2011) dopo trent’anni di attività.
La centrale è alimentata da due sbarramenti in alta quota, costruiti negli anni 20 per alimentare la centrale  di Temù. Il lago d’Avio è posto a 1908 m s.l.m.  e il lago Benedetto a 1929 m s.l.m.. Complessivamente hanno una capacità di 29 milioni di m3 d’acqua proveniente da un bacino imbrifero di 49,5 km2 del gruppo dell’Adamello. Dai laghi partono due condotte forzate, inizialmente del diametro di quasi 5 metri, in grado di trasportare

94 m3/sec  d’acqua che dopo un salto di 1.265 m si dividono in 4 rami che alimentano in totale 8 gruppi turbina-alternatore da 125 Mw ciascuno. La galleria è lunga 8.025 metri ed ha richiesto un lavoro di 12 anni per essere completata durante i quali si sono registrati 5 morti sul lavoro. Anche il pozzo piezometrico è di dimensioni immense: ha un diametro di 18 metri e ed è alto 110 metri.

Centrale Idroelettrica di Edolo
Centrale Idroelettrica di Edolo – Alternatore

I locali centrale sono posti in caverna la quale è raggiungibile dopo un percorso in galleria di circa 1000 metri che noi abbiamo percorso comodamente in autobus. A valle dei locali centrale è stato costruito un invaso di accumulo da 1,4 milioni di m3 che trattiene l’acqua, la quale può essere pompata nelle ore notturne e nei giorni festivi verso il lago d’Avio invertendo il moto delle turbine. Tutto questo per consentire la produzione di potenza nelle ore diurne quando è massima la richiesta di energia. E’ evidente che la convenienza di tale metodologia risulta vantaggiosa dal solo punto economico sfruttando il diverso valore economico che l’energia ha nelle ore di punta rispetto quelle notturne.

Centrale Idroelettrica di Edolo
Centrale Idroelettrica di Edolo – Girante Francis

I gruppi turbina-alternatore sono costituiti da 8 giranti Francis accoppiate ad altrettanti alternatori bipolari i quali sono collegati ad una stazione interna alla centrale di 380 kV. Purtroppo in occasione della visita non è stato possibile chiedere come sia stato possibile installare delle Francis ad un impianto con un salto di più di 1.000 metri anche se ci risulta un scelta obbligata nel caso si pensi di creare un impianto reversibile. Al momento delle nostra visita, erano in funzione soltanto 4 gruppi mentre uno era in manutenzione. Gli impianti sono costantemente gestiti a distanza del centro operativo Enel di Sondrio.   Comunque sono presenti in centrale sempre circa 35 fra manutentori meccanici, elettricisti, operai e circa 18 guardiani lungo l’intero percorso dell’impianto.

Centrale Idroelettrica di Edolo 03
Centrale Idroelettrica di Edolo – Cabina blindata 380V

Nel pomeriggio ci siamo trasferiti in visita al museo dell’energia idroelettrica musil di Cedegolo dove abbiamo potuto constatare che la vocazione di queste zone per l’energia idroelettrica è nata fin dagli inizi del 1900.

Museo dell'energia Idroelettrica
Musil – Museo dell’energia idroelettrica di Cedegolo
Se vuoi capire come funziona una centrale idroelettrica con spiegazioni chiare e comprensibili ti consiglio questo libro:
Per chi volesse vedere il resto delle foto della visita collegatevi e visitate la mia pagina flickr.

 

Iscriviti gratis!

Iscriviti! ...e non perdere i nuovi articoli

I tuoi dati personali sono trattati in conformità al D.Lgs 196/2003. Leggi la Privacy Policy.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *